Aprile 14, 2019

Programma: Amministrazione efficiente e rapporti con i cittadini

Amministrazione efficiente e rapporti con i cittadini

LO SCENARIO

Per raggiungere nuovi ed ambiziosi traguardi nel rapporto Comune-cittadini è fondamentale gestire al meglio la macchina amministrativa privilegiando l’ottenimento dei risultati e non solo la correttezza ed il rigido rispetto delle procedure.

La qualità, l’efficienza, l’efficacia e la democraticità dell’azione amministrativa rappresenta un fattore fondamentale per la coesione sociale e per garantire i diritti e pari opportunità a tutti i cittadini.

Gli obiettivi primari sono: ridurre la burocrazia, semplificare l’accesso alle informazioni e ai documenti pubblici da parte dei cittadini e delle imprese, investire sull’innovazione tecnologica.

Con specifico riferimento alla “trasparenza” dei siti web della Pubblica Amministrazione il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione elabora una classifica nel rispetto del Decreto Legislatico n° 33/2013 denominata “Bussola della Trasparenza (bussola.magellanopa.it). La Bussola si propone unicamente come strumento di autovalutazione e di ausilio nella corretta realizzazione della struttura del sito istituzionale mentre i risultati riguardano soltanto la struttura dei siti web delle pubbliche amministrazioni, ovvero la presenza delle sezioni previste dalla legge e la loro articolazione secondo lo schema normativo.

Sulla base dell’ultimo monitoraggio automatico della Bussola (19 marzo 2019) i risultati relativi al Comune di Perugia sono i seguenti:

– 75 sezioni del sito web su 80 (le sezioni non trovate si riferiscono a: Enti Controllati, Enti Pubblici vigilati, Società Partecipate, Enti di Diritto privato controllati, Rappresentazione grafica).

Le sezioni sopra indicate sono state attivate e completate sono nelle ultime settimane.

LE IDEE E LE PROPOSTE

– continuare nell’opera puntuale ed incessante di revisione della spesa; a titolo di esempio si potrebbero ridurre in maniera consistente i trattamenti premiali in favore dei dirigenti e del personale non dirigenziale a seguito della misurazione e verifica delle performances relative alla produttività degli uffici. Nell’anno 2015 è stato liquidato in favore dei 1.200 dipendenti del Comune di Perugia una retribuzione di risultato pari a complessivi Euro 1.179.434 (il dato complessivo relativo alle annualità 2016 e 2017 NON risulta pubblicato nel sito del Comune di Perugia);

– ottimizzare e razionalizzare l’organizzazione ed il funzionamento degli uffici che dovranno operare per obiettivi specifici, raggiungibili e misurabili;

– applicare a TUTTI i funzionari e dirigenti la rotazione degli incarichi senza eccezione alcuna. L’attuale Piano di Prevenzione e della Corruzione 2018-2020 del Comune di Perugia prevede che la rotazione può NON essere applicata a quelle figure per le quali è richiesto:

a) il possesso di titoli di studio specialistico e/o di particolari abilitazioni;

b) particolare e specifica professionalità adeguatamente motivata.

Inoltre il principio della rotazione, sempre secondo il suddetto Piano di Prevenzione, NON si applica ai dirigenti nominati dal Sindaco a contratto.

– semplificare l’azione amministrativa attraverso:

  • eliminazione delle sovrapposizioni di competenze tra vari Enti e/o uffici;

  • riduzione complessità normativa ed amministrativa

  • utilizzo più facile delle autocertificazioni

  • accorpamento delle società partecipate

  • introduzione innovazioni tecnologiche che agevolino l’accesso dei cittadini ai servizi pubblici;

– rendere più trasparente l’azione amministrativa attraverso la pubblicazione periodica on line di alcuni indicatori di bilancio (spesa corrente, spesa per investimenti, performance dei vari uffici e/o settori, informazioni su servizi erogati, ecc ecc) in modo che i cittadini abbiano la possibilità di controllare se il programma annunciato dal candidato Sindaco in campagna elettorale verrà, una volta eletto, attuato e rispettato;

– garantire a chiunque l’accessibilità a qualsiasi documento, dato e/o informazione inerente l’attività amministrativa (Consiglio Comunale, Giunta e Commissioni Consiliari) anche relativa alle performances degli uffici da disciplinare tramite un apposito Regolamento nel rispetto dei limiti previsti a tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti. Il tutto in attuazione del principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale alle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, affermato con il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 e, successivamente, riaffermato ed esteso dal decreto legislativo dal 25 maggio 2016 n° 97, cosiddetto Freedom Of Information Act (Foia), come “accessibilità totale” ai dati e ai documenti gestiti dalle pubbliche amministrazioni;

– fare accordi di collaborazione con l’Università degli Studi e con aziende del territorio che si occupano di innovazione affinché imprenditori, ricercatori, dottorandi possano trasferire al Comune nuove tecnologie e/o soluzioni innovative in grado di migliorare ed ottimizzare l’azione amministrativa.